lunedì 27 giugno 2011

"Quando eravamo..."


La RecenZione


"Quando eravamo..."
Interludio in versi di
Fausto Nicolini

Immagini di
Giuseppe Patroni Griffi



Una pubblicazione che vuole essere un prezioso omaggio a uno tra le più eclettiche e rappresentative personalità artistiche del Novecento, presentandoci un suo lato ancora inedito: la fotografia.
Non c’è neppure un’ombra di riaffermazione trionfalistica in questo interludio di Fausto Nicolini che inalbera un titolo dispregiativo per rovesciarlo in antifrasi; c’è piuttosto un mood malinconico nei confronti di un tempo, di una società, di un costume rivissuti come in una zoomata a ritroso sul filo di un’autoironia leggera e controllatissima.
Il libro si apre con un verso destinato a diventare tacitamente emblematico. Quando eravamo… - lungi dal voler essere una monografia su un artista, o una storia della lettura silenziosa dei generi sessuati di una cerchia di intellettuali – sollecita il sospetto verso chi ama isolarsi in chi, invece, come gli amarcord di quando si stava insieme, rimane fedele ad un dialogare tutto asessuato e trisessuale. Un incontro tra il rigore del memoriale, gli estri dell’intuizione poetica e l’intricata fluidità dell’album di documentazione fotografica; un percorso a ritroso nella vita di quel giovane drammaturgo, scrittore, regista teatrale e cinematografico, conosciuto come Peppino Patroni Griffi. Tuttavia, Nicolini, come altri poeti, si pone in una direzione di scrittura che mette al centro il rapporto tra soggetto e realtà, tra concretezza e visione, tra individuo e molteplicità, in una poesia che si assume il compito di essere, non lo specchio della storia privata dell’autore, ma l’espressione dell’esperienza vissuta che tocca i grandi temi della vita.
Quando eravamo… è stata scritta ricalcando e sottolineando la singolare dote artistica di Giuseppe Patroni Griffi, quella sua geniale e naturale strafottenza o, come scrive Raffaele La Capria, “la divina spregiudicatezza”.
E a Peppino Patroni Griffi è dedicata.


Per acquistarlo invia un’email a posta@onyxeditrice.com



"Quando eravamo..."
Interludio in versi di Fausto Nicolini
Immagini di Giuseppe Patroni Griffi
Onyx Editrice
Anno: 2011
ISBN: 978-88-89410-37-0
prezzo: € 30

giovedì 24 febbraio 2011

“Orgasmi e balocchi” diversivi sul tema del gioco nell'eros




Alle Stanze segrete, dall’8 al 13 marzo pv,

sarà di scena

Orgasmi e balocchi

spettacolo teatrale ideato e interpretato da Carmela Ricci
diretto da Fausto Nicolini, su testi erocomici di autori vari.




Sei diversi monologhi erotici/brillanti. Un percorso, divertente e divertito, attraverso varie esperienze di gioco nell`ambito dell`eros unite dal filo conduttore del “gioco” nell’eros, inteso come divertimento, e leggerezza. Uno spettacolo per lasciarsi tentare da un universo mai conosciuto abbastanza e, chissà perché, ancora offuscato da tanti tabù. Il monologo finale, tratto dall’omonimo racconto erotico della stessa Ricci “Il regalo” pubblicato a novembre del 2009, è stato premiato nel 2010 al Festival di corti teatrali Short.


Teatro STANZE SEGRETE, via della Penitenza, 3 (Trastevere) Roma
Orari spettacoli: dal lunedì al sabato h 21, domenica h 19
Prezzo biglietto: € 13
consigliata la prenotazione allo 06.687.26.90 / 388.924.60.33